sabato 4 febbraio 2023

SABATO 4 MARZO: STEPHANIE OCEAN GHIZZONI canta LUCIO DALLA

 aspettiamo notizie

SABATO 25 FEBBRAIO: QUARTETTO GIBLI

 

quartetto GIBLI

 

YUKO SATÓ Voce Soprano

Andrea Beghini Pianoforte, Shakuhachi

Stefano Benini Flauti, Shakuhachi

Giambattista Righetti Trombone 

 

Il quartetto GIBLI è un audace progetto artistico musicale che ha come obiettivo l'esecuzione delle colonne sonore dei più noti film  d'animazione del regista, sceneggiatore, animatore, fumettista e produttore 

cinematografico giapponese  Hayao Miyazaki . Con una carriera durata cinquant'anni Miyazaki è col tempo divenuto l'esponente dell'animazione giapponese più conosciuto all'estero. La salvaguardia degli ambienti naturali dalla speculazione edilizia, la riscoperta di un maggior contatto con la natura, il tema dell'amicizia e della lotta per i propri ideali sono al centro di queste pellicole intramontabili. Sarà poi l'incontro con il compositore Joe Hisaishi a dar vita alle colonne sonore più belle che siano mai state composte negli ultimi tempi traducendo in musica questi temi così profondi e delicati. Joe Hisaishi firma la colonna sonora di 10 dei suoi film, tra i quali Nausicaä della Valle del vento (1984), La città incantata (2001), Ponyo sulla scogliera (2008) e Si alza il vento (2013). Le atmosfere sospese e le sonorità surreali creano un tessuto sonoro ricco di emozioni, un richiamo alla natura, una visione di suono moderno ma nello stesso tempo bucolico. La metrica "Larga" lascia il tempo alla mente di sognare e di volare lasciandosi cullare da dolci melodie elegantemente interpretate dal flauto "shakuhachi" di Andrea e Stefano, La voce della giovane talentuosa giapponese Yumika Mihara saprà incantarvi con romantiche dolci arie

SABATO 18 FEBBRAIO: GIULIANA BERGAMASCHI canta I NEW TROLLS

 

“Senza orario senza bandiera”: Mannerini e De André, due poeti per i New Trolls

Le canzoni del famoso album dei New Trolls del 1968, su testi del poeta Riccardo Mannerini rielaborati da Fabrizio De André.Con Giuliana Bergamaschi canto, David Cremoni chitarra, Stefano Benini flauto, Sbibu alle percussioni.

Dietro una parte dell’opera di Fabrizio De André c’è un geniale poeta suo conterraneo e amico, Riccardo Mannerini, dalla vita difficile e sfortunata, ma creativamente prolifica, visionaria, ma anche attenta ai temi civili. 

Il sodalizio tra Mannerini e De André è uno dei primi e più straordinari esempi di interazione fra poesia e canzone. Di Mannerini era la poesia all’origine del “Cantico dei drogati” che Fabrizio inserì nel suo magnifico disco “Tutti morimmo a stento”. Ma soprattutto Fabrizio elaborò una serie di poesie di Mannerini trasformandole in canzoni che i New Trolls musicarono ed eseguirono nello storico album del 1968 “Senza orario senza bandiera”, anticipando la svolta del “rock progressivo” e innestando così nel percorso di De André una nuova linfa musicale che si rivelerà assai produttiva.

Le relazioni tra la poesia di Mannerini, le canzoni di De André e in particolare l’album dei New Trolls vengono indagate e riproposte in un incontro-concerto affidato alla voce di una delle più amate cantanti di Verona, Giuliana Bergamaschi, accompagnata per l’occasione da David Cremoni alla chitarra, Sbibu alle percussioni e Stefano Benini al flauto.

domenica 26 luglio 2020

PROGRAMMA primavera-estate 2023


programma primavera-estate 2023

 

5 gennaio (prefestivo): ELPHANT (new wave anni 80) alias David Cremoni, Sbibu e Gui

7 gennaio:  Anna Palumbo & Luigi Catuogno  rinviato al 6 maggio

21 gennaio: apericena Claudio Moro con Il Blue Quartet alias  Silvia Manfrini, Silvia Bisin, Luca Pighi

22 gennaio (domenica): apericena con Danilo Gallo, Enrico Terragnoli e Filippo Sala

 4 febbraio: apericena con VLADI BLUES BAND ospite FILIPPO ROMANO

18 febbraio: apericena con Giuliana Bergamaschi, David Cremoni, Stefano Benini-(New Trolls)

25 febbraio: apericena con QUARTETTO GIBLI 

 4 marzo: apericena con Stephanie Ghizzoni con Marco Pasetto e Daniele Rotunno al pianoforte canta Lucio Dalla in occasione del suo compleanno (di Lucio Dalla che compirebbe 80 anni)

10 marzo: apericena con VERDIANA che legge ITALO CALVINO

18 marzo:  apericena con MINA e David Cremoni 4et alla  chitarra

25 marzo: apericena con VERONICA MARCHI canta JEFF BUCKLEY

 1 aprile: apericena con DUO FADO alias  Claudia Bidoli e Caudio Moro

  8 aprile: apericena con Giuliana Bergamaschi canta KATE BUSH con Claudio Moro e Luigi Catuogno

15 aprile: apericena con MOON 4 ET musica latino-americana (sentiamo David anche in questa veste)

22 aprile: apericena con ELEPHANT (new wave anni 80) alias David Cremoni, Sibu e Gui

29 aprile: apericena con DUO  WORM UP alias Stefano Benini e Thomas Sinigaglia

 6 maggio: apericena con Anna Palumbo + Luigi Catuogno

13 maggio: apericena con BRUCE FORMAN DUO con Luca Pisani al contrabbasso




giovedì 4 settembre 2014

Masanobu Fukuoka


POESIA
-----------------------------------------

“Le persone non stanno più a piedi nudi sulla terra. Le loro mani si sono allontanate dall’erba e dai fiori, non guardano il cielo e sono sordi ai canti degli uccelli, le loro narici sono diventate insensibili a causa dei fumi dei tubi di scappamento, le loro lingue e il palato hanno dimenticato i sapori semplici della natura. I cinque sensi si sono sviluppati isolati dall’ordine naturale delle cose. La gente si è allontanata due o tre scalini dall’essere davvero umani. Il vero godimento e le delizie dell’uomo erano un estasi naturale. Questo esiste solo nella natura e svanisce lontano dalla terra. Un ambiente naturale non può esistere fuori dalla natura e così l’agricoltura dovrebbe essere il fondamento della vita. Il ritorno della gente al campo per coltivare la terra e creare villaggi di esseri umani veri è il cammino da seguire per la creazione di città e nazioni ideali.”


Masanobu Fukuoka.


mangiare bene fa bene alla salute e allo spirito in + fa ridere 😉

mercoledì 12 giugno 2013

COME ARRIVARE AL POSTO CASTELLO

 

da Illasi: 

arrivati alla piazza del Municipio di Illasi si prosegue tenendo il Comune a sinistra e la Chiesa sulla destra. 

Ci si immette in un viale alberato con cipressi iniziando a salire, seguendo i cartelli posti a sinistra, all'inizio della salita che indicano CASTELLO e TRABUCCHI.
 
Dopo 2 tornanti (il secondo dei quali con una grande croce illuminata, se accesa) si percorre una specie di rettilineo di circa 700 metri in fondo al quale c'è un muretto con un capitello dedicato alla Madonna.


Si è obbligati a girare a sinistra seguendo la strada principale e dopo 20 metri si imbocca la prima strada a sinistra (in salita) passando di fianco ad una casa abbandonata (a destra) e ad un muro (a sinistra) , direzione CASTELLO (c'è un cartello sulla sinistra che la indica e siete in località MONTE TENDA con relativo cartello).


Appena fuori dalla piccola salita di strada asfaltata di circa 50 metri si vede, sulla sinistra, il Castello illuminato, ed è una gran bella visione!

Dopo di che la strada diventa bianca (una delle ultime) ricoperta di ghiaia e sassi mentre a sinistra ci sono vigne e a destra ci sono piante di olivo e poi ancora vigne (a sinistra) e vignette appena piantate fino ad una biforcazione (una curva sola).


Trovate un grande spiazzo sulla sinistra e il Castello di Illasi illuminato davanti a voi.
Si parcheggia nello spiazzo e si percorre a piedi la stradina in leggera discesa oltrepassando la transenna che impedisce il passaggio delle macchine
(il cartello applicato sulla transenna con scritto "privato, vietato il passaggio" non riguarda voi.)

50 metri a piedi (se non piove altrimenti si parcheggia in corte, occhio al cartello) e siete arrivati.
Benvenuti!

da Soave

dopo Soave e Costeggiola, prima del paese di Cazzano di Tramigna, 50 metri dopo il distributore di benzina divenuto TOTAL che si trova sulla destra, si trova una vecchia cabina dell'Enel però funzionante sulla sinistra.

Si gira intorno alla cabina e si prosegue in salita.

Dopo 8 tornanti si arriva sul culmine della collina in LOCALITA' MONTE TENDA e si trova VILLA TRABUCCHI sulla sinistra.

Si gira subito a destra in una strettoia con una strada leggermente in salita seguendo il cartello CASTELLO e passando tra una casa abbandonata (a destra) e un muro (a sinistra).

Appena fuori dalla piccola salita di strada asfaltata di circa 50 metri si vede, davanti sulla sinistra, il Castello Illuminato, ed è veramente una gran bella visione!

Dopo di che la strada diventa bianca (una delle ultime strade bianche) ricoperta di ghiaia e sassi mentre a sinistra e a destra ci sono rispettivamente vigne e piante di Olivo.

Proseguendo si trovano piante di Olivo (a destra e a sinistra), vignette appena piantate (a destra), vigne (a sinistra) fino ad arrivare, dopo poco, ad una biforcazione.
Trovate un grande spiazzo sulla sinistra e il Castello di Illasi davanti a voi.
Si parcheggia nello spiazzo e si percorre a piedi la stradina a voi riservata in leggera discesa oltrepassando una transenna che impedisce il passaggio delle macchine (il cartello applicato sulla transenna con scritto "privato, vietato il passaggio" non riguarda voi.)

50 metri a piedi (se non piove altrimenti si parcheggia in corte, occhio al cartello) e siete arrivati.
Benvenuti!


l'alimentazione è il vero farmaco del futuro  (citazione)